HouseTrip: la guida gastronomica

CollageHousetrip

State programmando le vacanze. Giusto?

O le avete già programmate (previdenti…..) e vi state già documentando alla perfezione.

O magari semplicemente vi siete detti che prima o poi rubate due giorni solo per voi, trovate un volo low cost e partite, per visitare quella parte di Europa che ancora non conoscete o che volete rivedere.

Ecco l’opzione finale: viaggiate soprattutto con la fantasia e siete curiosi come scimmie delle culture e delle cucine altrui, e, neanche a dirlo detestate i luoghi comuni (eccomi, sono io!).

Se la meta reale o teorica è una delle grandi capitali europee, potreste trovare molto utile e interessante la guida gastronomica on line che HouseTrip ha realizzato in collaborazione con alcuni blogger che uniscono la passione per il cibo a quella per i viaggi.

Lungi dal voler essere una “enciclopedia” dell’aspetto gastronomico delle capitali europee più amate (Roma, Amsterdam, Barcellona, Parigi, Londra), ognuna delle cinque guide dà piuttosto una serie di hints, di spunti interessanti sulle specialità gastronomiche da non perdere, corredandole di fotografie, info e curiosità.

La mappa interattiva consente di individuare con facilità i locali e i ristoranti suggeriti, e – quello che forse mi è piaciuto di più – anche i mercati, perchè se siete patiti di cibo, non lascerete la città che state visitando senza averne visto almeno uno! Goccia rossa sui ristoranti, goccia gialla sui mercati, chiaro e semplice.

Questo se avete meno di 10 minuti e volete farvi un’idea rapidissima, annotandovi i don’t miss nell’agenda.

Se invece avete qualche minuto in più da spendere nella lettura e siete davvero curiosi come scimmie, la sezione “ispirazione dal locali” rimanda a tanti post interessanti per scoprire la città dal punto di vista di chi ci vive, mentre nella sezione “ricette dal web” trovate i link per scoprire come si preparano i piatti locali, per entrare nel mood della cucina tradizionale e multietnica londinese, o per imparare a preparare in casa macarons e croissants per non soccombere alla nostalgia della Ville Lumière..

Tutte le info, compresi i suggerimento degli esperti locali, sono stampabili in un pdf.

Tanta roba, potrei dire, con quella caratteristica professionalità che mi contraddistingue (!), ma molto leggibile e godibile, per niente pesante, insomma.

 A proposito dei blogger che hanno contribuito: girovagando sulla guida ho fatto tante belle scoperte e incontrato vecchi amici e blogger che apprezzo da sempre, come Fabrizio Cioffi di Arteteka’s Kitchen (e Gastronomia Mediterranea, of course), Viviana Dal Pozzo di Cosa ti preparo per cena (esperti locali su Roma) e Jessica (Tuki) de La ciliegina sulla torta.

 Allora, qual’é la prossima tappa del vostro viaggio, reale o sognato?

Moi, je suis déjà à Paris!

Print Friendly

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *