E queste chi se le scorda

COCONUT DELIGHT: CIOCCOVARIANTE
.

English below

Mi capita spesso di pensare che in un’altra vita vorrei nascere con una memoria. Non con una buona memoria, ma con una memoria, una decente, una con i requisiti minimi per essere definita tale. Ci penso quando torno dal supermercato e mi rendo conto di aver dimenticato il detersivo per i piatti o il dentifricio, che da giorni mi ripetevo di dover comprare, ci penso quando guardo un thriller per la quinta volta con la stessa curiosità della prima perchè non ricordo come finisce, ci penso quando anche sul lavoro sono costretta a scrivermi qualsiasi procedura o osservazione per evitare di entrare nel panico dopo un paio di giorni, o quando ringrazio il cielo di aver scritto e-mail lunghissime e dettagliate che servono soprattutto a me stessa, ci penso quando non mi vengono in mente nomi e riferimenti che so benissimo di sapere, in qualche recondito angolo della mia testa.

E’ per questo che lo stupore mi atterra quando mi rendo conto che una ricetta ben presente nella mia mente, anzi, quasi ossessivamente presente, è passata sotto i miei occhi mesi o anni prima, e che ne ricordo nome, ingredienti ed anche la fonte.

Ed oggi, quando sono andata a cercare il post in cui Tuki aveva pubblicato le sue coconut delights, mi sono resa conto che lo aveva fatto a giugno. A giugno! Ero convinta si trattasse al massimo di un mese fa!

Quindi, facendo due conti, visto che a queste piccole panne cotte al cocco ci pensavo circa una volta alla settimana, quanto ho tenuto occupate le mie gia’ scarse celle di memoria prima di decidermi a prepararle? E soprattutto, quanto sono stata sciocca ad aspettare di assaggiare un dessert cosi’ semplice e cosi’ assurdamente buono? Tanto, troppo, non ne voglio perdere altro e scrivo subito la ricetta, che io realizzato nei bicchierini, inserendo una glassa al cioccolato al centro e aggiungendo, al posto delle scaglie di cocco (e’ passata l’estate, l’autunno, e quasi anche l’inverno!) delle scaglie di cioccolata di Modica al pistacchio.

Per chi non conoscesse la cioccolata di Modica: si tratta di un tipo di cioccolata che non prevede l’aggiunta di burro di cacao, e che si ricava da una lavorazione particolare dei semi di cacao, zucchero semolato e vari aromi.

Oltre al cioccolato al pistacchio ho provato anche quello all’arancia, mentre quello alla vaniglia non l’ho ancora aperto, ma immagino mi darà la stessa felicità dei primi due 🙂

Ing: 250 ml di panna fresca

400 ml di latte di cocco

100 g di zucchero

4 fogli di gelatina

un pizzico di sale

80 g di cioccolato fondente

una tazzina di latte

25 g di burro

Per la finitura: cioccolato di Modica al pistacchio.

Tempo di preparazione: mezz’ora, più circa 3 ore di raffreddamento

Ammollare i fogli di gelatina in acqua fredda. In una casseruola versare la panna, il latte di cocco, lo zucchero ed il sale, cuocere a fuoco medio sempre mescolano, senza far bollire. Spegnere il fuoco e sciogliere nel liquido i fogli di gelatina strizzati. Dividerlo ora in due parti.

Dividere la prima meta’ del liquido in 6 bicchierini, coprirli con la pellicola e tenerli in frigo per almeno un’ora, o finchè sia rassodato.

Nel frattempo sciogliere a bagnomaria (o nel microonde, che è più veloce) il cioccolato con il latte ed il burro, mescolando bene per ottenere una glassa morbida.

Quando il composto nei bicchierini sarà rassodato, distribuire sulla sua superficie la glassa al cioccolato: questa dovrà essere ancora liquida ma non calda, altimenti scioglierà la panna cotta penetrando all’interno.

Mettere in frigo per crca mezz’ora, poi completare suddividendo nei bicchierini la seconda metà di liquido (che nel frattempo si sarà rappreso; basta metterlo un attimo sul fuoco per farlo tornare fluido, avendo sempre cura di farlo intiepidire prima di versarlo sul cioccolato.)

Far rassodare in frigorifero ancora per un’ora almeno coprendo i bicchierini con la pellicola, guarnire con scaglie di cioccolato modicano al pistacchio e servire 🙂

COCONUT DELIGHTS WITH MODICA PISTACHIO CHOCOLATE


Ing 250 ml of fresh cream
400 ml coconut milk
100 g sugar
4 of leaf gelatine
a pinch of salt
80 g of dark chocolate
one half cup of milk
25 g butter
For finishing: pistachio Modica chocolate .

Preparation time: half an hour, plus about 3 hours of cooling

Immerse the gelatine sheets in cold water and leave to soften. Place cream, coconuts milk, sugar and salt in a saucepan. Place over a gentle heat and stirring continuosly bring to a simmer (must not boil!). Remove from the heat and add squeezed sheets, stirring to dissolve.
Divide the liquid in two halves, and pour one of these into six little glasses. Put in the fridge for one hour at least.
In the meanwhile melt chocolate with butter and milk in a bainmarie or in the the microwave), stirring well to get a soft cream. When the small glasses will be chilled, pour the chocolate cream dividing it in the six glasses, then put in fridge for one hour again.
Pay attention to warm the cream before pourring, it could melt the pannacotta below.
Cool in fridge for another hour (at least ) covering the little glasses with a film, garnish with slivers of pistachio Modica chocolate and serve:)
Print Friendly

25 Comments on “E queste chi se le scorda”

  1. Welcome in the club, we got jackets! Come diceva Shrek (eh, lo so, cito sempre i classici, è un vezzo ^_^)Anche io dimentico 100.000 cose e in compenso tengo a mente fatti assolutamente irrilevanti. Basterebbe fare un buon reset. Ma richiede molto sforzo.

  2. Elvira. sono semplicemente meravigliosi! Che belle foto, comunque non ti preoccupare capita a nche a me, e non siamo le sole di dimenticare tante tante cose:))

  3. Guarda, io ho lo stesso problema. Al supermercato se ho dimenticato la lista faccio prima a non andarci, perché è perfettamente inutile. Un giro a vuoto…
    Ma il bello è che io non mi ricordo neanche quelle ricette che ormai dovrei avere immagazzinato, come ad esempio un classico tiramisù… Che ti devo dire, pazienza!
    Venendo alle tue coconut delights, che dire… Devono essere molto buone e altrettanto delicate.
    Buon fine settimana!

  4. Mentre tu dimentichi di comprare le cose, io dimentico di averle già comprate e così mi ritrovo la dispensa pienza zeppa delle stesse identiche cose. Ora ho 4 chili di zucchero, solo perchè ieri al super pensavo “no, no, lo zucchero era proprio quello che mancava!”. Invece mancava il burro. Sono riuscita oggi.
    Cercherò di tenere a mente questa panna cotta che avevo già dimenticato, anche se l’avevo ammirata da Tuki. Il cioccolato di Modica lo adoro, soprattutto quello al peperoncino.
    Baci
    Alex

  5. Che delizie, queste delights (per l’appunto).

    La memoria è labile, purtroppo e, più si va avanti con gli anni, e più viene a mancare. Consiglio post-it e tanto esercizio con la Settimana Enigmistica.
    Ahah 😉

    *


  6. ti ricordi di me?
    ahahahahah
    biddazzamiasuperamicasenzamemoria…ma non ti chiamavi elena?
    mah forse mi sbagli non lu sacciu chiù
    😀
    io son qui per dirti che più tardi impastoooo e focaccesco son qui per rubare la ricetta nache di questa panna cotta smemorata…
    era una panna cotta no?
    ahahahahah
    😉
    lov lov cuoricini cuoricini
    *

  7. twostella
    dottoressa, mi piace questa cura per la memoria 😀
    Neanche iooconoscevo questa cioccolata fino a qualche mese fa, è davvero particolare (e buona, ovvio!)

    comidademama
    sono indietrissimo con i cartoni, l’altrasera però ho visto kung fu Panda! 🙂
    Comida un reset….ogni tanto mi sembra di essere resettata e formattata, il che in certi casi però aiuta!

    @Elga
    grazie Elga….uff, so di non essere sola, però quando vedo vicino a me persone con buona memoria non posso fare a meno di invidiarle 😛

    @Carolina
    e quando perdi mezz’ora a fare la lista e poi la dimentichi a casa? A me capita spesso 🙂
    Buon fine settimana anche a te!

    @Alex
    ahhh ma per questo, capita anche a me, e spesso con lo zucchero e con la farina! O con le spezie…ho due vasetti di cumino da usare prima del 2010..ma si, ce la posso fare 😛
    Il cioccolato modicano al peperoncino..sarà il prosissimo. Baci!

    @tartina
    e si, devo dire che la ciliegina ha anche inventato un nome azzeccatissimo 🙂
    La settimana enigmistica….oggi la compro! 🙂

    @Claudia
    ma tu chi sei la mia teache madre lingua di siciliano??? Siii mi ricordo di te!!!!
    Buon impasto focaccesco, io questa settimana la focaccia la vado a mangiare direttamente a Bari yuhuuuu!!!!
    Baci tanti baci Cla!!!!! :***)

  8. io le cose me le scrivo….ma i foglietti poi rimangono a casa….però serve comunque, avendoli scritti….la memoria va ai fogli ^_________^
    che ci possiamo fare…ognuno arrangia come può…
    mangiamoci un bicchiere di questa cosina consolatoria, credo che non avrei difficoltà a memorizzarla, buona domenica Cibouuuuu!

  9. Cibou, anch’io vorrei tanto avere una memoria.
    Mi scrivo tutto, ho post it in ogni dove, memorandum sul cellulare, niente non basta, dimentico tutto.
    Non le vendono le memorie supplementari?

  10. Ohhhh la memoria!!!! questa scnosciuta!!!! ma sapessi quente memorie avrei bisgno io ora, una sola non mi basta! mentre mi scrivo a nota dela spesa e rileggo attentamente tutto per dirmi che non ho scordato nulla…prendo la borsa, le chiavi, il cellulare ….scordo la noto sul tavolo!!! ti rendi conto??? Mia cara Elvira…l’età avanza…la mia intendo tu ancora hai tantissima strada prima che ti scordi la nota a casa!

    Ben fatti queste delizie, anch’io cocottine di vetro per oggi, e poi quella cioccolata:((( sono un tantino a dieta!
    un bacio

  11. Hahahaha, come devo fare? Io sono un misto tra te ed Alex: dimentico quello che ho già comprato (e lo compro di nuovo) e dimentico anche di comprare quello di cui ho bisogno…. UN DRAMMAAAA HAHAHAHAHA

  12. Io immancabilmente preparo la lista della spesa, fatta per benino e 9/10 la dimentico sul tavolo della cucina! :(((
    Sarà l’età???
    Strepitosi questi coconut delights!
    buona settimana
    ;-))

  13. Dato che anche la mia memoria difetta, questa ricetta me la stampo subito…perdersi una tale delizia sarebbe un vero peccato!
    Bacio e buon inizio settimana
    fra

  14. Tranuqi ,io scrivo e poi butto il pezzo di carta messo in tasca ancor prima di entrare al super ;-(
    Vuoi vedere tutti i mie foglietti?
    Ora mai potrebbero diventare libri 😉
    Pannine deliziose !

  15. beneeee… adesso starò tutto il giorno con la voglia di questa coppetta che mi fa una gola allucinante…. e se adesso addenterò un biscotto è colpa tua sappilo!!!!;DDDDDDDDD

  16. @Claudia
    allora, questa focaccia??? Io sentivo il profumo da qui!!! :*

    @astrofiammante
    e vabè, arrangiamoci con i fogli e consoliamoci con la panna cotta!!!

    @Lydia
    facciamo che chi trova per prima un rivendtore avvisa l’altra?????

    @Micaela
    vedi, l’importante è ricordare l’essenziale, anche io come te le ricordavo perfettamente!

    @Mariluna
    tesoro, ma che dici che siamo più o meno coetanee!!! E io neanche a vent’abnni avevo memoria, quindi non posso neanche rimpiangerla! Un bacio grande!

    @JAJO
    no, no, guarda che io non mi faccio mancare niente in fatto di dimencanze, ne in eccesso, né in difetto! 🙂 Tragggedia!!!

    @sandra
    no, no, sarà il tavolo della cucina che attira i foglietti…controlla, secondo me c’è della colla!!!! Un bacione!!!

    @Mirtilla
    grazie, sei sempre troppo gentile tu!!! :))
    @Fra
    anche io ormai stampo, neanche salvarle sul PC mi basta, le dimentico!! Un bacio :))

    @NIGHTFAIRY
    ti avviso, se prendi il cucchiaino non lo molli più :)))

    @Lory ha detto…
    ma no, allora sei masochista, dillo!!! ah ah!
    Cmq quando qualsiasi cosa di tuo diventa libro, dimmelo che corro in libreria!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!!! Ti abbraccio forte 🙂

    @Pupina
    si, confermo, erano (purtroppo erano) troppo buone!

    @Gunther
    d’accordissimo, se si riesce a non mangiarlo tutto a morsi!
    @Maya
    mi sento in colpa, ma veramente in colpa…………………. 😀

    @lenny
    si, io mi iscrivo, purchè i metodi di allenamento non siano allucinanti come quelli dei vari corsi di memoria!!!! :))

Rispondi a Mariluna Annulla risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *